render realizzato con lumion 8
03
Set

Come il rendering cambia il pensiero di architetti e designer

AEC Magazine parla con Roger Hammond di Lumion su come il rendering in tempo reale stia cambiando il modo in cui architetti e designer pensano e utilizzano la visualizzazione 3d

D: Attualmente c’è un enorme slancio dietro la visualizzazione in tempo reale nel settore AEC. Quali benefici ha il “tempo reale” sul rendering o animazioni visualizzate fotogramma per fotogramma?

A: La risposta breve è la velocità. Ma i benefici vanno ben oltre. Utilizzare la tecnologia in tempo reale significa essere in grado di interagire con il tuo design in un contesto realistico in tempo reale. Puoi percepire il tuo design da qualsiasi punto di vista e interagire con esso, visualizzando ombre, illuminazione e contesto in un modo che ti permetta di capire e percepire lo spazio.

La tecnologia in tempo reale attivata da schede grafiche dedicate consente di costruire la scena in real time aggiungendo alberi, piante, persone e oggetti animati per dare un’idea di come il design si trova nel suo ambiente. Questa esperienza interattiva è più vivida e istruttiva rispetto al tradizionale metodo di progettazione-rendering-considerazione-modifica, che richiede molto attesa sui rendering e un’interazione meno emotiva con lo spazio.

L’interazione in tempo reale consente di incorporare il processo di visualizzazione nel processo iterativo di miglioramento del design, portando a progettazioni migliori e riducendo il tempo necessario per raggiungere il design. Produrre risultati di alta qualità molto velocemente, grazie alla tecnologia in tempo reale, significa che il cliente può diventare veramente entusiasta del design molto prima nel processo di progettazione.
D: I collegamenti in tempo reale tra gli strumenti BIM e le applicazioni di visualizzazione in tempo reale stanno diventando sempre più popolari. Nell’ultimo anno Lumion ha introdotto un “LiveSync” per Revit, SketchUp e ArchiCAD. In che modo è cambiato il modo in cui i clienti utilizzano il software?

R: I design sono visualizzati in Lumion in un ambiente realistico, ma i design stessi sono creati in strumenti BIM o altri strumenti di modellazione 3D. Il solito flusso di lavoro prevede il salvataggio di un progetto 3D e quindi l’importazione rapida in Lumion. L’aggiornamento di modelli già importati è stato un processo abbastanza semplice che ha comportato il clic su un pulsante “Aggiorna” in Lumion per reimportare un file di modello 3D salvato. Ma abbiamo scoperto che, in genere, durante il processo di progettazione vengono apportate centinaia di piccole modifiche che possono rendere un po ‘inefficiente il risparmio e l’aggiornamento. Alcuni progettisti preferiscono vedere questi cambiamenti apparire in tempo reale in Lumion, al volo, come le modifiche vengono apportate nel software di modellazione 3D, piuttosto che passare attraverso un ciclo di salvataggio e aggiornamento.

È qui che entra in gioco l’innovazione Lumion LiveSync. Apri il tuo software di modellazione 3D e Lumion fianco a fianco, sullo stesso monitor o su due diversi, apporta modifiche al modello e osserva immediatamente le modifiche riflesse in Lumion. In questo modo, LiveSync consente di risparmiare tempo e facilita un flusso di lavoro più efficace.

D: Quindi, grazie a questo flusso di lavoro ottimizzato, hai scoperto che Lumion viene ora utilizzato in precedenza nel processo di progettazione – in una fase in cui in precedenza il design non poteva essere considerato come il design era troppo fluido?

A: Sì. Lumion viene utilizzato soprattutto nelle prime fasi del design. Visualizzare e comunicare i concetti di design è una delle più grandi aree di utilizzo di Lumion.

D: I requisiti grafici per Lumion sono significativamente più alti di quelli di uno strumento BIM come Revit. Avete riscontrato che l’hardware della workstation è una barriera per l’adozione da parte degli architetti poiché la maggior parte degli utenti di Revit ha solo una workstation con una scheda grafica entry-level?

A: La tecnologia in tempo reale è abilitata da buone schede grafiche. Questo ha dimostrato di essere una barriera hardware per l’adozione di Lumion ma le cose stanno cambiando. Il prezzo / prestazioni delle schede grafiche di fascia alta sta diventando molto più favorevole con il miglioramento della tecnologia delle carte, guidato dalle tendenze dei giochi, che si basano anche su una tecnologia grafica accelerata. In alcuni casi, abbiamo visto gli uffici di architettura acquistare uno o due PC aggiuntivi con buone schede grafiche, in particolare per l’utilizzo di Lumion. Ma poiché la resa in tempo reale diventa la norma in AEC, gli architetti capiscono che le specifiche delle schede grafiche sono importanti quando si acquistano nuovi desktop o laptop, e questo significa che nei prossimi anni, qualsiasi nuovo investimento in hardware terrà probabilmente in considerazione la necessità di un scheda grafica di fascia alta.
D: Quali schede grafiche specifiche consigliate: per chi lavora su display FHD e 4K?

A: Ti consigliamo di ottenere la carta più potente che il tuo budget permetterà. Usiamo il sito web del passmark come riferimento molto utile per aiutare a decidere sulle schede grafiche: 2000 punti di riferimento sono il requisito minimo indispensabile, ma raccomandiamo una scheda con oltre 8000 punti di riferimento. Ad esempio la GeForce GTX 1080 Ti è una super carta con eccellenti credenziali prezzo-per-prestazioni.

D: In AEC Magazine siamo convinti che la realtà virtuale completamente immersiva e interattiva diventerà uno strumento essenziale per gli architetti nei prossimi anni. Non è attualmente disponibile in Lumion. C’è una domanda da parte dei clienti e hanno intenzione di aggiungere il supporto?

A: La nostra visione è pro